Maggesi Bruno
 
Bruno Maggesi (1937-1996) è stato esponente politico del Partito Comunista Italiano, amministratore e sindacalista.
Di famiglia mezzadrile, iniziò l’impegno politico nella Federazione Giovanile Comunista Italiana locale e nelle leghe dei giovani mezzadri. Nel 1955 entrò a far parte della segreteria provinciale della FGCI. Dal 1960 al 1963 fu segretario della Federmezzadri. Dal 1964 al 1968 fu segretario della Confederazione Generale Italiana del Lavoro mandamentale a Città di Castello; nello stesso periodo ricoprì la carica di consigliere comunale. Dal 1969 al 1970 fu segretario provinciale della Federazione Italiana Operai Metalmeccanici e, nel 1971, entrò a far parte della segreteria provinciale della CGIL.
Dal 1972 al maggio 1975 fu segretario del Partito Comunista Italiano a Città di Castello e, dall’agosto 1975 al marzo 1979, assessore del comune tifernate. Si dimise dalla carica amministrativa per tornare a dirigere la CGIL locale in qualità di segretario, carica che ricoprì fino al 1985. Dal 1985 al 1988 rappresentò il sindacato nel consiglio provinciale dell’INPS. Nel 1988 venne eletto di nuovo consigliere comunale a Città di Castello e quindi nominato assessore, mandato che lasciò nel giugno del 1990 perché eletto presidente della Società consortile Ponti Engineering s.r.l. Dal marzo 1991 fu assessore della Comunità Montana Alto Tevere Umbro.
 
Caratteristiche del fondo
Il fondo è stato donato all’Istituto dalla moglie Lea Mancini. La cospicua mole di documentazione è stata prodotta e raccolta da Maggesi durante le sue attività. Si suddivide nelle seguenti serie: manoscritti – agende (1969-1994); CGIL: attività sindacali (1956-1994), comunicati e corrispondenza (1958-1995); Federmezzadri – agricoltura (1921-1995); PCI- FGCI: documentazione varia (1945-1990); PDS: documentazione varia (1991-1995); Consiglio provinciale INPS (1973-1990); Comunità Montana Alto Tevere Umbro (1973-1994); Camera di Commercio (1985-1993); Unità Sanitaria Locale (1972-1993); Ponti Engineering (1990-1995); Enti di Sviluppo Umbria e Toscana (1974-1976); amministrazione provinciale di Perugia (1968-1980); Regione dell’Umbria: Piano Regionale dell’Umbria (1962-1984), giunta e consiglio regionale (1971-1995), convegni e seminari (1972-1995); Comune di Città di Castello: consiglio e giunta comunale (1968-1997), comunicati e corrispondenza (1965-1995), elezioni (1968-1995), uffici (1968-1995), documentazione varia (1972-1994), seminari, convegni, mostre e celebrazioni (1964-1992), bilanci (1967-1991); pubblicazioni – periodici (1913-1995); documentazione varia (1957-1995).

 

Il fondo è costituito da 459 unità archivistiche. Estremi cronologici: 1913-1997.