Lo studio ripercorre la maturazione religiosa, intellettuale e politica del sacerdote don Enrico Giovagnoli, che all’inizio del secolo fu esponente di spicco del cattolicesimo innovatore. Durante la Grande Guerra sostenne le ragioni dell’intervento nel conflitto. Successivamente aderì al fascismo. Giovagnoli diresse la tipografia tifernate “Leonardo da Vinci” e fu tra i più dotti intellettuali locali.

Autore: Grossi Roberta
Note editoriali: Petruzzi Editore, Città di Castello 2000.
Città: Città di Castello